Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Una sola idea mi consola...

Era prevedibile che intorno al secondo duello si scatenassero gli ultimi fuochi di questa campagna elettorale (ribadisco) squallida nonché surreale...
Il secondo confronto è stato più animato del precedente anche se forse meno carico di aspettative. Il colpo di teatro sull'abolizione dell'Ici è stato apostrofato da una parte come una mossa sleale, impraticabile e disperata, dall'altra come una giusta risposta sia dal punto di vista sostanziale della giustizia sociale sia in quanto mossa comunicativa vincente.
E poi oggi non si è parlato d'altro che di elettori potenzialmente 'coglioni'.
Non credo ci siano grandi commenti da fare su queste ultime ore, dopo il mare d'inchiostro che sta viaggiando sui giornali e nella rete.
Sono certa che chiunque stia avendo la pazienza di leggermi sarà felice del fatto che lo risparmierò dall'aggiungere anche le mie osservazioni al magma viaggiante.
In questi giorni interminabili che ci separano dall'11 aprile e che a me stanno sembrando anni, una sola idea mi consola: che tutto questo tra pochissimo sarà finito, che di gran parte delle cose dette non si avrà più nemmeno il ricordo, che la cronaca passerà e che potremo avere memoria soltanto di ciò che è stato importante, se qualcosa di veramente importante c'è stato, perché solo quello sarà (eventualmente) consegnato alla storia.
Che quasi tutto quello di cui leggiamo in queste ore finirà presto nel cassonetto. Da ecologista, mi auguro in quello della differenziata.

Pubblicato il 4/4/2006 alle 20.3 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web