Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Il Reincorniciatore

Berlusconi dimostra sempre di essere un grande comunicatore. Infatti ancora una volta è riuscito ad assestare un colpo mediatico a  proprio favore alla campagna elettorale di buone speranze di Romano Prodi, portando lo scontro sul terreno delle tasse, e costringendo il Professore a spiegare, a giustificarsi, a fare dei distinguo su un loro imminente aumento di cui un eventuale governo dell’Ulivo sarebbe foriero.

Qualcuno direbbe che, da un punto di vista comunicativo, Berlusconi ha ‘reincorniciato’, ha creato una nuova cornice, un nuovo contesto interamente definito da lui stesso, al messaggio politico di Prodi.

E così, tutto ad un tratto, dall’idea di un’imminente liberazione dal terribile caimano distruttore della nazione, la sensazione emotiva che si è ridefinita per l’’elettore indeciso’ (la specie più corteggiata e blandita della storia, quasi la invidio) è quella di un leggero brivido che inizia a correre lungo la schiena all'idea di una vittoria del centrosinistra, e si affaccia il pensiero ‘quasi quasi vuoi vedere che il berlusca non era poi tanto male, o almeno, che non era il peggio…’, con l’evocazione improvvisa di un governo visco-vampiresco che morde al collo a tradimento quei pochi risparmi rimasti, che per tanti costituiscono l’ultima rassicurante garanzia di non sentirsi, appena per un soffio, sbalzati di forza e inaspettatamente fuori dalla ‘classe media’.

È la percezione di questa scossa tellurica nella comunicazione elettorale dell’Unione che, secondo i boatos, sta facendo preoccupare non poco i vari Rutelli e Fassino.
La domanda di oggi è dunque la seguente: riusciranno i leader dell'Unione ad indurre il Professore a raddrizzare all’ultimo momento la situazione?

Ad una settimana dalle elezioni, i giochi sembrano essere più che mai ancora aperti.

Questo per quanto riguarda le strategie di comunicazione politica, ovvero quella che si può definire la ‘fuffa’, seppur sia faccenda assolutamente determinante degli esiti della contesa.

Se invece andiamo sul concreto, la verità è che probabilmente bisognerà dire a noi stessi che di fatto chiunque vada a governare la situazione economica non è di certo rosea, ed i sacrifici da qualche parte verranno per tutti, comunque e ovunque vengano spalmati tasse e prelievi di ogni sorta.

Pubblicato il 1/4/2006 alle 12.20 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web