Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Stavolta a Roma il centrodestra gioca seriamente la sua partita



In occasione delle precedenti elezioni amministrative a Roma come a Napoli il centrodestra scelse di fatto di non correre. Tralasciando Napoli, diciamo che per Roma Alemanno di per sé sarebbe
anche stato un ottimo candidato, se soltanto la sua candidatura non fosse giunta al termine di una goffa campagna elettorale in cui la CdL presentava ben tre – dico tre – candidati a sindaco, e fosse stata invece costruita per tempo. Ma in quel modo fu invece come a dire a Veltroni: a competere con te nemmeno ci proviamo.

Scelta molto diversa questa volta. Il neo “Popolo della Libertà” pare che intenda competere seriamente, e per ora il nome che circola è uno dei migliori che possano venire in mente, e cioè Franco Frattini.

E consideriamo anche che la candidatura di Rutelli,  sicuramente molto più debole di quella di Veltroni: l’attuale ministro dei beni culturali non suscita infatti grandi entusiasmi praticamente da parte di nessuno, incomincia seriamente ad essere  un simbolo della seconda e forse anche della prima repubblica e, per finire, per la città in particolare rappresenta una minestra riscaldata non una, ma ben due volte. Insomma, stavolta si può almeno dire che la partita sia aperta.

 

Pubblicato il 8/2/2008 alle 18.20 nella rubrica Cronache politiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web