Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Reuters: Ecologisti russi aggrediti in Siberia, uno ucciso a bastonate

MOSCA (Reuters) - Un ambientalista russo è stato picchiato a morte e sette suoi compagni sono rimasti feriti oggi, dopo aver subito l'aggressione di un gruppo di uomini armati di sbarre di ferro e mazze da baseball presso il loro campo vicino ad un impianto per il trattamento di scorie nucleari in Siberia. I media russi hanno raccontato che una quindicina di persone, urlando slogan fascisti, hanno attaccato gli ambientalisti, che vivono nel campo per protestare contro la lavorazione delle scorie nucleari nella città di Angarsk vicino al lago Baikal, 5.000 chilometri ad est di Mosca. "Uno dei feriti è morto nel reparto di terapia intensiva a seguito delll'aggressione", ha detto Ekho Moskvy Radio citando una delle attiviste ecologiste, Olga Kozlova. Un'altra attivista presente nel campo, Marina Popova, ha detto che gli aggressori hanno gridato slogan contro gli antifascisti. "Da quanto possiamo concludere erano nazisti o skinheads", ha detto al canale tv Vesti-24 television channel, comparendo con un benda insanguinata alla testa. L'agenzia Itar-Tass ha detto che la vittima era un ventenne di Nakhodka. Tredici aggressori sono stati identificati e quattro già arrestati, ha detto un portavoce del ministero dell'Interno. Sab 21 Lug - 16.00

Una notizia che almeno al momento trova pochissimo spazio sui giornali on line. E che conferma che quello è proprio un posto pericoloso.

Pubblicato il 22/7/2007 alle 0.42 nella rubrica Articolo del giorno.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web