Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Alla censura preferiremmo una difesa

Insomma, noi navigatori quel video l’abbiamo già visto e rivisto da tempo.
Dunque la discussione che si sta accendendo in questi giorni sembra alla fine avere ad oggetto una sola cosa: l’esclusione da questo tipo di informazione di tutti coloro che, per età o per ceto sociale, in Italia non hanno accesso alla rete. Tutto qui.

Certamente si tratta di temi molto delicati, su cui non è auspicabile che si scateni una macelleria mediatica. Ma alle accuse non si può rispondere con la censura, è inaccettabile ed anche controproducente per chi la invoca. Il risultato è infatti che questo sta diventando il segreto di Pulcinella perché, anche chi non lo aveva fatto prima, adesso sta andando di corsa a scaricarsi Sex Crimes and Vatican dalla rete.

Provate a chiedere anche ad un cattolico di strettissima osservanza se preferisca vedere o non vedere quel video, e la risposta sarà sempre la stessa. È inutile girarci intorno: quello che alla fine inquieta è il contenuto, e non se il filmato debba andare in onda oppure no.

Diciamo che sono tutte calunnie e fango, che le cose non sono come possono sembrare, che le mele marce ci sono ovunque, ma in questo caso come in altri non è l’istituzione stessa a dover essere travolta ma i singoli colpevoli. Bene, allora il problema è forse che il Vaticano in questa situazione non può abbassarsi a spiegare? E perché no? Non è forse sceso nell’agone politico italiano richiamando i parlamentari cattolici a certi doveri in riferimento ad una precisa proposta di legge? E non ha significato anche questo abbassarsi?
Forse il punto è invece che molti fedeli che hanno visto il video, in questa circostanza, anziché un’invocazione a non vedere e a non far vedere, preferirebbero sentir ribattere colpo su colpo a certe accuse. Il Vaticano si abbassi dunque ancora una volta, spieghi, si faccia piccolo per restare grande, non chieda di limitare la libertà d’informazione, oppure il rimedio sarà di certo peggiore del male.

Pubblicato il 22/5/2007 alle 7.58 nella rubrica Cronache politiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web