Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Un tesoretto di padre di famiglia

Immaginate di essere un buon padre di famiglia, di avere una moglie e dei figli a carico e di aver contratto un enorme debito – poniamo un mutuo trentennale – che ogni mese con la propria rata da pagare sottrae un buon quantitativo di risorse, inducendo tutta la famiglia a pagare, ancor prima del debito, gli interessi passivi indotti dal debito stesso.
Poniamo che a un certo punto vi arrivi una piccola sommetta grazie ad un debitore al quale avevate prestato un po’ di soldi e che ormai consideravate insolvente.

Poniamo che a quel punto l’arrivo della piccola somma e la prolungata situazione di ristrettezza inducano ogni membro della famiglia a chiedere di spendere per sé un po’ di quella somma, fino ad esaurirla completamente. La moglie chiede di rinnovare l’arredamento, il ragazzino di comprare la nuova playstation e il nonno di andare a fare una bella vacanza. La piccola somma è sufficiente per fare soltanto una di queste cose.

A quel punto vi trovate davanti ad un bel dilemma: o estinguere una parte del mutuo così da poter alleggerire la rata da pagare ed essere tutti un po’ meno poveri per i mesi e gli anni a venire, oppure rendere contento e soddisfatto almeno uno dei vostri familiari per una settimana.
Nel primo caso, quello in cui doveste destinare il tesoretto alla riduzione del debito, tutti i familiari che avevano avanzato pretese saranno scontenti e incavolati per un po’, ma esiste la possibilità che col tempo possano apprezzare questa scelta, percependo la conseguenza di un lieve miglioramento generale. Nel secondo caso vostra moglie, vostro figlio o il nonno saranno momentaneamente contenti, e placheranno i propri capricci per un po’, mentre gli altri componenti della famiglia probabilmente saranno imbufaliti e vi romperanno i cabasisi per i giorni a venire, ma quello che è certo è che dalla settimana successiva tutti quanti insieme dovrete tirare la cinghia come e più di prima.
Secondo voi come agirebbe, non dico uno statista o un grande politico, ma semplicemente uno che volesse usare la 'diligenza del buon padre di famiglia'?

Segnalato su Libero Blog

Pubblicato il 6/5/2007 alle 21.2 nella rubrica Scontri culturali.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web