Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

New York, New York!

Il ministro Emma Bonino ha osato sollevare qualche perplessità circa missioni come quella che in questi giorni ha portato 24 consiglieri e 25 funzionari regionali negli Stati Uniti a rappresentare la terra di Campania nella Grande Mela, per la modica spesa di 300 mila euro di fondi europei Por (soldi europei, quindi farina del diavolo), 250 mila di contributo delle province campane ed 80 mila del Consiglio regionale. Il tutto per un totale di soli 630 mila euro, in fondo soltanto il prezzo di mercato di un bell’appartamento in un medio quartiere di Roma.
La Bonino aveva osato criticare il fatto che i governatori di alcune regioni a volte si comportano come fossero tanti piccoli ministri degli esteri, aprendo persino sedi di rappresentanza in altre nazioni. Ma vuoi mettere portare la Campania alle celebrazioni del Columbus Day? E infatti a cotante ingiuste critiche si è ribellata la signora Mastella, presidente del Consiglio regionale, arrivando addirittura per un momento ad invocare le dimissioni del ministro.
La signora Mastella ha certamente ragione e alla fine sarà stato di sicuro un viaggio di grande importanza; quello che mi rammarica in proposito è soltanto il fatto che a noi malfidati sfugga completamente il come è il perché.
E mi rammarica che noi malfidati proprio non riusciamo a capire quanto siano utili i soldi investiti per tenere una sede della Regione Campania a New York.
E, sempre a noi malfidati, scappa di fare un’associazione mentale tra l’allegra brigata newyorkese e i cumuli di “mondezza” che in questi giorni in Campania arrivano ai primi piani delle abitazioni, e di chiederci perché, dopo tanti anni di gestione bassoliniana, sia dovuto arrivare in Campania il capo della Protezione Civile Bertolaso a gestire la questione rifiuti, ricordando che questa emergenza è una sconfitta per tutti, tranne che per la camorra.
E allora, sempre noi malfidati, ci chiediamo come possa esattamente collocarsi in queste ore la simpatica trasvolata oceanica con l’impegno degli amministratori campani, volto a risolvere una questione di ordine sociale, ambientale, sanitario ed economico degna di un paese del terzo mondo. E ci chiediamo che cosa mai abbiano potuto raccontare in proposito a New York.
La signora Mastella
aveva detto alla Bonino: “venga qui a New York e capirà”.
Ecco, anche a noi piacerebbe giustappunto capire. Ma, si sa, il problema è che siamo proprio dei malfidati.

Pubblicato da PigiamaMedia.

Pubblicato il 11/10/2006 alle 2.13 nella rubrica Altra Napoli.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web