Blog: http://danielacondemi.ilcannocchiale.it

Wild West. Arrivano i barbari.

Quando la Rai diventa il nuovo fronte della barbarie culturale.

Se qualche trasmissione ci dà ancora dei buoni motivi per pagare il canone Rai, programmi orripilanti come Wild West ce li fanno perdere del tutto.
Le scene del taglio delle orecchie e della castrazione dei vitelli alle quali hanno preso parte gli ineffabili protagonisti aspiranti cow-boy e capomandria de 'noantri in Arizona, hanno avuto a mio avviso anche un valore positivo, perché ci hanno dato l'occasione di conoscere una delle dimensioni cruente e sempre occultate alla vista del nostro quotidiano rapporto con gli animali.
A parte ciò, quello che lascia davvero perplessi è il modello culturale che questa Rai va proponendo: tralasciando ogni osservazione sull'immagine della conduttrice dalle siliconate labbra, il cui spessore artistico appare alquanto adeguato al contesto, resta da chiedersi perché mai il mondo del western debba essere a qualche titolo un modello culturale da proporre o anche soltanto da analizzare nella tv pubblica a spese dei contribuenti, e perché la Rai in queste evenienze debba assumere il ruolo di nuovo fronte della barbarie culturale da proporre e da far trangugiare a grandi sorsi agli italiani.
Post pubblicato da Libero Blog.

Pubblicato il 3/10/2006 alle 22.21 nella rubrica Scontri culturali.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web